Le bugie hanno le gambe corte. Per Cranìa sanno nuotare. Recita così il suo ultimo singolo, “A fondo”. La cantautrice bresciana, trapiantata a Milano, presenta un brano dal carattere intimista che continua il filone dark di “Stomachion”, non senza innovazioni. L’introduzione eterea, l’assenza di ritmica nel ritornello equilibrato dalla reiterazione testuale, l’utilizzo di suoni che ricreano l’acqua più profonda lo caratterizzano e mettono in luce la voce, qui lasciata nuda e cruda. Crude come le parole impiegate per esprimere che a volte è indispensabile toccare il fondo per risalire.

Compositori: Francesca Cominassi, Mirko Bruno
Autore: Francesca Cominassi
C/P: Mirò BR Productions di Rosa Bulfaro
Arrangiatore: Maurizio D’Aniello
Mix e Master: Maurizio D’Aniello – Marco D’Agostino
Distribuzione: Believe Distribution

Biografia
Francesca Cominassi, in arte Cranìa, è una cantautrice classe ‘92. Nata e cresciuta in Valle Camonica, tra le montagne della provincia di Brescia, nel 2017 si trasferisce “un po’ per caso” a Milano. Durante una cena con amici in vacanza a Pietrasanta, viene a conoscenza della Mirò Music School. È così che, dopo questi giri cittadini e aver conseguito la laurea in musicologia, approda a Sedriano (MI). La direttrice Rosa, la catapulta sin da subito nel corso di scrittura: da quel momento non riesce più a smettere di creare. “Stomachion”, uscito il 30 ottobre 2020, è il singolo di debutto, che dà il via ad un progetto cantautorale a tinte alternative, ambient, elettroniche.
Il nuovo brano di Cranìa dal titolo “A fondo” è disponibile in radio e in digitale dal 29 gennaio.


 

A fondoCranìa
00:00 / 03:06
Scarica Wav
Scarica Mp3
Label Copy
Comunicato Pdf
Scarica Tutto